Tutto quello che devi sapere sul piercing alla lingua, labbro e frenulo.

Oggi il piercing  va tanto di moda, ma la sua storia ha radici molto antiche.

Veniva usato per rituali magici o per distinguere il rango dell’individuo che lo indossava.

La primissima testimonianza è stata trovata sull’orecchio di una mummia di 5000 mila anni sulle alpi austriache.

Torniamo ai tempi nostri. Le statistiche ci riportano che il 72 % dei possessori di piercing sono donne.[1]

Il piercing che preferiscono maggiormente è quello all’ombelico, il 18% dei piercing totali.

I numeri su cui voglio ragionare sono quelli del piercing alla bocca, quasi il 20% dei piercing totali.

Lingua, labbra, frenuli, guance per quanto siano belli posso mettere a rischio la tua bocca.

Uno dei danni più comuni è nei confronti del sistema di sostegno del dente, il parodonto.

Il 50% di chi possiede il piercing dimostra di avere segni di infiammazione localizzate o recessioni della gengiva.

La recessione gengivale si sviluppa a seguito di traumi continui.

Il danno è proporzionale al tempo in cui rimane in bocca e alla grandezza del gioiello.

Il piercing che crea più danni è quello labiale e lo smiley piercing (frenulo). [2]

Probabilmente per via della sua posizione più soggetta a traumi.

Mentre il piercing alla lingua in confronto crea meno danno “estetico”, ma è quello che crea maggiore danno al parodonto.

Un caso di danno da piercing documentato dal team PLAS

Come il caso di una diciottenne che in 4 anni di piercing ha perso 7 mm di attacco e mobilità di secondo grado. La sfera premeva sempre nello stesso punto ogni giorno, aggravando sempre la lesione. [3]

Un’altro tipo di danno è ai denti stessi, in diversi studi vengono riportati fratture e abrasioni a carico denti anteriori.

Il piercing con la sfera di plastica crea lo stesso danno di quella in metallo

Altri fattori che peggiorano la situazione è la presenza di placca, il fumo e i mancati controlli di routine dal dentista.

Non mancano casi ben peggiori a seguito del esecuzione del foro: emorragia, danni nervosi, hiv, epatite e tante altre infezioni.

Il 30 % ha riferito di avere avuto complicazioni, il 15% ha avuto bisogno di uno medico specialista e il 0,9% di un ricovero.

Prima di mettere il piercing o di continuare a tenetelo vorrei che calcolassi bene i pro e i contro.

Quantomeno cerca di monitorare la situazione effettuando visite e sedute di igiene ogni 6 mesi.

Il piercing sta rovinando l'accessorio più bello che hai. Il tuo sorriso

Un abbraccio, Alex

Fonti 
[1] http://infographicplaza.com/wp-content/uploads/popular-piercing-statistics-infographic-plaza.jpg [2] A retrospective study on the association between oral piercing and clinical sign of periodontal inflammation.[3]Periodontal attachment loss due to applying force by tongue piercing. Zadik Y, et al. J Calif Dent Assoc. 2007.
Scrivi un commento